FORUM

Benvenuti su questo forum dove si parla di apicoltura e di tutto quello che riguarda il mondo delle api.
Simpleforum: Apicoltura AAAB (Sono presenti 2636 Messaggi)
» Invia un Nuovo MessaggioVisualizza : completa   anteprima  intestazioni aggiorna
Pagina 117 di 132  inizio | precedente | successivo | fine
Messaggio
RE: RE: miele gustodino'10 Lug 26, 23:10
Non sto scherzando. Così come in analisi sensoriale del miele si fanno delle associazioni di gusto con sapori conosciuti a priori, il miele di cui parlo ha un'evidente e riconosciuto sentore di chewingum alla menta. Escludendo il tiglio in purezza cosa potrebbe essere visto che lo si avverte come una componente forte, stabile su un apiario di 25 casse e che si ripete nella stessa produzione negli anni? ciao e grazie

-------- Messaggio Originale --------
Il chewingum usualmente é alla menta o alla fragola ??

AAAB

-------- Messaggio Originale --------
Qualcuno sa quale fioritura potrebbe dare un’evidente nota di chewingum al sapore del miele? Sono in pianura e il periodo di raccolto è fine giugno-luglio. ciao e grazie
Messaggio
RE: RE: RE: miele gustoAAAB'10 Lug 27, 11:10
Non stavo scherzando, solamente che la base del chewingum é insapore, sono le basi degli aromi che danno il gusto. Per questo ti ho chiesto quale gusto.
Potrebbero esserci fioriture di menta dalle tue parti (visto che é il periodo), la menta é appetita dalle api e conosco alcuni casi, specie in prossimità di corsi d'acqua e fioriture di questa pianta, con produzione di millefiori con un retogusto mentolato.

AAAB

-------- Messaggio Originale --------
Non sto scherzando. Così come in analisi sensoriale del miele si fanno delle associazioni di gusto con sapori conosciuti a priori, il miele di cui parlo ha un'evidente e riconosciuto sentore di chewingum alla menta. Escludendo il tiglio in purezza cosa potrebbe essere visto che lo si avverte come una componente forte, stabile su un apiario di 25 casse e che si ripete nella stessa produzione negli anni? ciao e grazie

-------- Messaggio Originale --------
Il chewingum usualmente é alla menta o alla fragola ??

AAAB

-------- Messaggio Originale --------
Qualcuno sa quale fioritura potrebbe dare un’evidente nota di chewingum al sapore del miele? Sono in pianura e il periodo di raccolto è fine giugno-luglio. ciao e grazie
Messaggio
miele(anonymous)'10 Lug 24, 18:00
ciao a tutti, avrei del miele da vendere e mi servirebbe sapere un pò i prezzi praticati dai grossisti, grazie.
Messaggio
RE: mieleAAAB'10 Lug 26, 09:45
Vai nel ns sito nella pagina dei Link "Altri siti", e scegli OSSERVATORIO MIELE.

AAAB

-------- Messaggio Originale --------
ciao a tutti, avrei del miele da vendere e mi servirebbe sapere un pò i prezzi praticati dai grossisti, grazie.
Messaggio
furto nel cuneeseValerio'10 Lug 22, 12:51

Buongiorno a tutti, anche se questo per me non e' proprio un giorno dei piu' felici in quanto nella notte di sabato 17/07/2010 sono stato vittima di un furto di alveari presso il mio apiario nomade in Villanova Mondovi' localita' Rolando (vicino al lago di Pianfei).
Chi si e' macchiato di quest'infamia (solo un'infame puo' fare una cosa del genere... ) non e' certo uno sprovveduto che passava di li' per caso in quanto era a conoscenza che si trattava di casse di legno da 6 e che per chiudere la porticina di volo erano necessarie delle apposite porte in vendita presso i magazzini di materiale apistico( e non ha utilizzato del semplice nastro adesivo come avrebbe fatto un ladro comune ) Mi sono accorto di questa cosa in quanto Domenica pomeriggio (an'apicoltore non riposa mai e compie mille sacrifici per le sue api ma non va certo a rubarle al proprio vicino) recandomi sul luogo per una controllatina mi accorgevo che mancavano delle casse e una di quelle ancora presenti aveva la porticina di volo chiusa con la suddetta porta.
Sono disposto a dare una lauta ricompensa a chi mi potra' aiutare in qualche modo a ritrovarle, si tratta di casse di legno da 6 con nella parte posteriore un taglio che ho poi richiuso con un lamierino inox (per il trattamento con l'ossalico sublimato)
grazie a tutti
Valerio
Messaggio
RE: furto nel cuneesebirillo'10 Lug 26, 10:57
Se ti può consolare a marzo le hanno rubate anche a me. Ed era la seconda volta!

-------- Messaggio Originale --------

Buongiorno a tutti, anche se questo per me non e' proprio un giorno dei piu' felici in quanto nella notte di sabato 17/07/2010 sono stato vittima di un furto di alveari presso il mio apiario nomade in Villanova Mondovi' localita' Rolando (vicino al lago di Pianfei).
Chi si e' macchiato di quest'infamia (solo un'infame puo' fare una cosa del genere... ) non e' certo uno sprovveduto che passava di li' per caso in quanto era a conoscenza che si trattava di casse di legno da 6 e che per chiudere la porticina di volo erano necessarie delle apposite porte in vendita presso i magazzini di materiale apistico( e non ha utilizzato del semplice nastro adesivo come avrebbe fatto un ladro comune ) Mi sono accorto di questa cosa in quanto Domenica pomeriggio (an'apicoltore non riposa mai e compie mille sacrifici per le sue api ma non va certo a rubarle al proprio vicino) recandomi sul luogo per una controllatina mi accorgevo che mancavano delle casse e una di quelle ancora presenti aveva la porticina di volo chiusa con la suddetta porta.
Sono disposto a dare una lauta ricompensa a chi mi potra' aiutare in qualche modo a ritrovarle, si tratta di casse di legno da 6 con nella parte posteriore un taglio che ho poi richiuso con un lamierino inox (per il trattamento con l'ossalico sublimato)
grazie a tutti
Valerio
Messaggio
miele di montagnabirillo'10 Lug 8, 16:33
E poi mi chiedevo che caratteristiche deve avere il miele millefiori di montagna? Conosco apicoltori che ne producono a 300 o 400 metri di quota. E' possibile?
Messaggio
RE: miele di montagnaAAAB'10 Lug 9, 10:04
altitudine supeiore ai 500/600 metri

AAAB

-------- Messaggio Originale --------
E poi mi chiedevo che caratteristiche deve avere il miele millefiori di montagna? Conosco apicoltori che ne producono a 300 o 400 metri di quota. E' possibile?
Messaggio
RE: RE: miele di montagnabirillo'10 Lug 9, 18:02
Ma l'unica discriminante per questo tipo di miele è la quota di produzione o ci sono anche delle caratteristiche organolettiche?ciao

-------- Messaggio Originale --------
altitudine supeiore ai 500/600 metri

AAAB

-------- Messaggio Originale --------
E poi mi chiedevo che caratteristiche deve avere il miele millefiori di montagna? Conosco apicoltori che ne producono a 300 o 400 metri di quota. E' possibile?
Messaggio
RE: RE: RE: miele di montagnaAAAB'10 Lug 12, 10:07
Miele di montagna non é né un'indicazione geografica di un luogo definito, né di un monoflorale. Resta solo la definizione altimetrica per cui la montagna inizia a seicento metri. E' un semplice millefiori. La definizione di ALta Montagna non sapremmo dartela (oltre i mille metri??).

AAAB

-------- Messaggio Originale --------
Ma l'unica discriminante per questo tipo di miele è la quota di produzione o ci sono anche delle caratteristiche organolettiche?ciao

-------- Messaggio Originale --------
altitudine supeiore ai 500/600 metri

AAAB

-------- Messaggio Originale --------
E poi mi chiedevo che caratteristiche deve avere il miele millefiori di montagna? Conosco apicoltori che ne producono a 300 o 400 metri di quota. E' possibile?
Messaggio
miele di cittąbirillo'10 Lug 8, 15:27
Si può scrivere in etichetta “Miele di città” o “Miele millefiori di città” o non si può affatto?
E la doppia denominazione per esempio “Miele di acacia e colza”? ciao e grazie

Messaggio
RE: miele di cittąAAAB'10 Lug 9, 10:03
Millefiori di città non é previsto dalla normativa, puoi indicare l'area geografica. Per il millefiori é tollerata l'indicazione di prevalenza (p.e. millefiori con prevalenza di colza)

AAAB

-------- Messaggio Originale --------
Si può scrivere in etichetta “Miele di città” o “Miele millefiori di città” o non si può affatto?
E la doppia denominazione per esempio “Miele di acacia e colza”? ciao e grazie

Messaggio
RE: RE: miele di cittą(anonymous)'10 Lug 9, 13:43
Quindi la doppia denominazione non si potrebbe? Mi sembra di averlo visto sulle bustine monodose, in particolare era acacia e sulla. ciao e grazie

-------- Messaggio Originale --------
Millefiori di città non é previsto dalla normativa, puoi indicare l'area geografica. Per il millefiori é tollerata l'indicazione di prevalenza (p.e. millefiori con prevalenza di colza)

AAAB

-------- Messaggio Originale --------
Si può scrivere in etichetta “Miele di città” o “Miele millefiori di città” o non si può affatto?
E la doppia denominazione per esempio “Miele di acacia e colza”? ciao e grazie

Messaggio
RE: RE: RE: miele di cittąAAAB'10 Lug 9, 15:33
oltre ad una fioritura diventa difficile da dimostrare, se non con un'analisi melisso palinometrica.


AAAB

-------- Messaggio Originale --------
Quindi la doppia denominazione non si potrebbe? Mi sembra di averlo visto sulle bustine monodose, in particolare era acacia e sulla. ciao e grazie

-------- Messaggio Originale --------
Millefiori di città non é previsto dalla normativa, puoi indicare l'area geografica. Per il millefiori é tollerata l'indicazione di prevalenza (p.e. millefiori con prevalenza di colza)

AAAB

-------- Messaggio Originale --------
Si può scrivere in etichetta “Miele di città” o “Miele millefiori di città” o non si può affatto?
E la doppia denominazione per esempio “Miele di acacia e colza”? ciao e grazie

Messaggio
unove famigliegianni'10 Lug 6, 22:31
ciao,volevo dividere qualche famiglia forte e spostare di almeno 3km per formare
dei nuclei.per quanto tempo devo tenere lontano il nucleo dal apiario.
grazie.
gianni
Messaggio
RE: unove famiglieAAAB'10 Lug 7, 09:35
Basta qualche giorno, infatti alcuni mettono gli sciami chiusi in cantina al fresco per 3 giorni. Infatti dopo 3 giorni le api rifanno i voli di orientamento.


Alberto per AAAB

-------- Messaggio Originale --------
ciao,volevo dividere qualche famiglia forte e spostare di almeno 3km per formare
dei nuclei.per quanto tempo devo tenere lontano il nucleo dal apiario.
grazie.
gianni
Messaggio
fogli cerei nuovi.Anna'10 Lug 4, 20:17
Buonasera.
Ho una famiglia che ha riempito un melario, e devo posizionarne uno vuoto.
Purtroppo non ne ho di costruiti, e devo per forza metterne uno con fogli cerei nuovi.
Volevo chiedervi se c'e' il rischio che le api consumino il miele immagazzinato nel primo per costruire il secondo.

Grazie.
Messaggio
RE: fogli cerei nuovi.Matteo'10 Lug 4, 21:58

Se non c'è importazione non costriuranno; se ce n'è la useranno per costruire.
ciao


-------- Messaggio Originale --------
Buonasera.
Ho una famiglia che ha riempito un melario, e devo posizionarne uno vuoto.
Purtroppo non ne ho di costruiti, e devo per forza metterne uno con fogli cerei nuovi.
Volevo chiedervi se c'e' il rischio che le api consumino il miele immagazzinato nel primo per costruire il secondo.

Grazie.
Messaggio
RE: RE: fogli cerei nuovi.AAAB'10 Lug 5, 10:07
Matteo ti ha già risposto in modo esaustivo

AAAB

-------- Messaggio Originale --------

Se non c'è importazione non costriuranno; se ce n'è la useranno per costruire.
ciao


-------- Messaggio Originale --------
Buonasera.
Ho una famiglia che ha riempito un melario, e devo posizionarne uno vuoto.
Purtroppo non ne ho di costruiti, e devo per forza metterne uno con fogli cerei nuovi.
Volevo chiedervi se c'e' il rischio che le api consumino il miele immagazzinato nel primo per costruire il secondo.

Grazie.
Messaggio
spaziogianfranco'10 Lug 4, 20:11
Salve.
Volevo chiedervi una curiosita';
se dopo aver riempito due melari una famiglia non ha piu' spazio per immagazzinare il miele, come potrebbe comportarsi?
C'e' sempre il rischio della sciamatura?

Grazie
Visit Livio.net for more OpenSource ProjectsPowered by SimpleForum V2.0