La Produzione della propoli con  un  supporto di rete

 

 

operaia con propoli nelle cestelle

 

rete posizionata sulla camera di covata

supporto in rete pronto per la raccolta

Usualmente la propoli viene raccolta grattando le formazioni sui bordi dell'alveare o del coprinido e dei telaini. La propli cosģ ricavata é ricca di impuritą come legno, pezzi di api morte, scaglie di vernice , se non terra o pietrisco. Usualmente si tratta di propoli abbastanza recente, ma in alcuni casi puņ essere vecchia e magari contaminata dai trattamenti contro la varroa o altro.

Un metodo professionale per la raccolta é quello di fornire dei supporti di rete in plastica alimentare, fissata su una cornice di legno o/e inserita direttamente al posto del coprifavo. Lo scopo é quello di creare correnti d'aria e luce che infastidiscono le api e le spingono a tappare questa rete.  La rete vą  posta al posto del coprifavo e il tetto in metallo deve rimanere sollevato qualche centimetro da questa (pezzi di legno).

Il periodo migliore per la posa delle reti é la fine dei grandi raccolti (luglio- agosto) e porta alcuni vantaggi. Infatti non entra in competizione col raccolto di nettare, favorisce la circolazione dell'aria e rinfresca gli alveari, la propoli risulta meno ricca di cera ed ha un maggiore valore da tutti i punti di vista. Molto spesso le api tappano la rete in prevalenza nella parte corrispondente allo spazio ape, basta spostarla un poco per far riempire la rete in modo uniforme.

Finiti i grandi calori e con l'abbassamento delle temperature si potrą togliere la rete che passata nel frezzer fino al congelamento, potrą essere percossa in modo che la propoli si sgretoli e stacchi dal supporto. Immergendola in acqua eventuali impuritą affioreranno e potranno essere eliminate. La porpoli andrą accuratamente asciugata all'ombra.

La produzione annua potrą oscillare tra 50-100 grammi per le razze di api meno portate (ligustica, carnica, mellifica), ma arriva anche a 200-300 grammi per la caucasica.

Altri metodi alternativi sono quelli per scostamento del coprifavo rispetto al corpo dell'alveare. Infatti sollevando uno o pił lati del coprifavo (pezzetto di legno, vite,....), le api cercheranno di colmare il foro con della propoli, che deve essere asportata per raschiatura.

 La produzione puņ essere tentata anche in primavera ma entrerą in competizione con la raccolta di nettare e la propoli sarą di qualitą inferiore a causa di un maggior tenore di cera.