La scelta del nucleo di fecondazione

 

Chi ha deciso di allevarsi qualche regina, puņ utilizzare una colonia intera per far fecondare la sua vergine, ma bisogna sapere che, con determiante condizioni, 200 api sono sufficienti per poter accudire e quindi portare a buon fine la fecondazione di una regina .

Pare evidente che usare una famiglia di 10 telai coperti di api sia uno spreco di forze, specie se si vogliono allevare e fecondare diverse regine.

A questo punto possiamo avere diverse alternative, nel senso che possiamo organizzare delle famigliole con un numero ridotto di telai con queste tre opzioni: usare i classici telaini da nido, usare telaini da melario, usare telaini speciali.

Di conseguenza dovremo adottare nuclei di fecondazione che si adattano al telaio che si vuole utilizzare.

Cominciamo con i telaini classici da nido.

Usualmente viene allestito un nucleo o arnia con relativo diaframma o meglio nutritore a tasca, facente duplice uso. Viene iserito un telaino di covata nascente con le sue api e uno di scorte. Dopo qualche ora si inserisce la cella reale, magari nastrata con alluminio. A questo punto si attende la fecondazione. Si veda che con un'arnia da 10 telai si possono fare 5 nuclei di fecondazione. Una volta la regina fecondata, si concedono telaini e si nutre alla bisogna.

In questo caso possiamo usare come contenitore : arnie con diaframma, nuclei da 5/6 telaini in faesite o legno, nuclei in polistirolo, nuclei in cartone.

L'uso di nuclei ha i seguenti vantaggi: possibilitą di usare telai e api dell'apiario senza nuovi acquisti, modulare lo spazio con il diaframma in modo da evitare travasi e trasferimenti nell'immediato. Leggerezza rispetto alle arnie, Possibilitą di invernare (faesite e polisiroli). Soffre meno in caso di raffreddamento.

Svantaggi: la quantitą di api usata é sempre molto importante rispetto al minimo indispensabile, poco adatta a grandi allevamenti. Pur sempre ingombrante.

Altra possibilitą l'uso dei telaini da melario e quindi dei melari come cassetta di fecondazione.

Vantaggi: si usano meno api, meno covata. Si usa materiale gią presente senza nuovi acquisti. Pił leggeri rispetto a un nucleo, possibilitą di ospitare 2 famiglie nello stesso melario (con separatori e orientamento diverso delle porticine di entrata)

Svantaggi: si devono far riempire telaini da nido di covata,  adattamento di alcune parti per le porticine di entrata e separatori.

Mini nuclei di fecondazione.

Questi sono nucleetti di polistirolo con microtelai e micronutritori, usualmente i telaini sono fatti costruire in melari da arnie normali. Una volta costruiti vengono riempiti con circa 2-300  api e la cella reale con candito. Vengono tenuti in luogo buio e fresco per 48 ore e poi portati nelle postazioni di fecondazione. Le regine fecondate riempiono velocemente i telaietti di covata e devono essere velocemente sottratte per  non intasare tutto.

Vantaggi: minimo uso di api, leggerezza, accettazione delle celle reali, adatto a grosse produzioni a ciclo continuo di regine.

Svantaggi: devono essere tenute 48 h. al buio per evitare la diserzione, non possono essere invernate, il nucleo é piccolo e delicato deve essere controllato che abbia un minimo di api e covata, deve essere nutrito.