PREVENIRE LA DERIVA nell'Apiario

L'apicoltore non sempre ha il tempo di presidiare l'apiario, può non accorgersi di un fenomeno che può far sottostimare la resa o il rendimento di una famiglia (o regina).

Per deriva (delle bottinatrici o delle regine) si intende quel fenomeno per cui le api (in particolare alcune razze) hanno tendenza a non riconoscere il proprio alveare e ad introdursi in altri alveari, dove sono accettate purché cariche di nettare. Questo fenomeno si presenta molte volte nelle lunghe file di alveari, dove gli alveari più esterni si riempiono di bottinatrici a discapito di quelli piazzati all'interno della fila.

Questo fenomeno non é esclusivo delle bottinatrici ma si manifesta anche nelle regine al rientro dal volo nuziale. In questo caso, però, mette a rischio la regina che potrebbe essere aggredita e uccisa da una famiglia avente già una regina in fase di deposizione.
La deriva aumenta il rendimento in miele e polline degli alveari posti all'estremità della fila, che ottengono una produzione maggiore, un maggior numero di api, mentre le api al centro della fila restano sguarnite e con produzioni ridotte. Ciò può portare anche ad una riduzione della deposizione della regina.
 Cosa fare in questi casi? Prima cosa evitate di mettere le famiglie su lunghe file una dopo l'altra.  Meglio piccoli gruppi di 4 o 5 alveari che file da 20. Le api riconoscono i colori, specie il bianco, il nero, il blu e il giallo, nonché le forme geometriche. Dipingete i frontalini con colori e forme geometriche. Lasciate alberi e arbusti che possono essere riconosciuti in volo dalle api et essere usati come punto di riferimento.
Se si allevano regine sparpagliate i nuclei di fecondazione e colorate i tetti aggiungendo anche forme geometriche per facilitare il riconoscimento alle le regine in rientro.